La festa dei morti in Sicilia

In Sicilia, a Palermo in particolare, è molto sentita la commemorazione dei defunti che, come al solito, oltre alle celebrazioni religiose, prevede una ricchissima tradizione culinaria. Non c’è casa che in occasione del 2 novembre non prepari  ” u cannistru”, un contenitore dove all’interno è possibile trovare diversi tipi di biscotti, dolcetti, frutta secca, cioccolata e naturalmente la frutta martorana.

Quest’oggi vi propongo la ricetta dei cosiddetti ” cruzzi i motti”, ossia le ossa di morto, un biscotto dalla consistenza dura ma molto buono.

Ingredienti
500 gr di farina 00
600 gr di zucchero
150 ml d’acqua
un pizzico di cannella
un pizzico di chiodi di garofano tritati

Procedimento:

Prendete un pentolino e fatevi riscaldare dell’acqua aggiungendo pian piano lo zucchero, avendo cura di spegnere il fuoco prima che l’acqua vada in ebollizione. In un recipiente dai bordi alti mettete farina, cannella e polvere di chiodi di garofano. Mescolate gli ingredienti e aggiungete lo sciroppo di zucchero, impastando il composto.Lasciate raffreddare per qualche minuto e cominciate a lavorare la pasta con le mani. Formate una sorta di filoncino e ricavatene dei tocchetti di circa 4 cm.

ossa-di-morto-preparazione-1-6401.png

Prendete una teglia, rivestitela di carne forno e disponetevi i tocchetti. Coprite la teglia con uno strofinaccio e lasciate asciugare per tre giorni.  Non girate i biscotti. Il terzo giorno potete infornarli a 180 gradi per 10 minuti circa.

La parte esterna del biscotto , asciugatasi grazie all’aria, rimarrà bianca e croccante mentre la parte in basso sarà di colore marroncino. Lasciate in forno fino a quando lo zucchero inizierà a caramellarsi, fuoriuscendo dal biscotto e formando la parte scura.

A questo punto i biscotti saranno pronti, lasciate raffreddare e buon appetito!

 

 

Ossa-di-morto.jpg

Annunci

7 pensieri su “La festa dei morti in Sicilia

  1. ciao mi chiamo Silvia e sono di Roma ti volevo fare i complimenti per la ricetta che hai postato…mi piace tantissimo la tradizione culinaria della Sicilia e mi piace apprendere le tradizioni locali.
    Un abbraccio Silvia

  2. grazie a te che pubblichi buone ricette;) per il momento ho cucinato pasta alla norma, al pistacchio e cannoli siciliani ancora ho molta strada da fare se non ti dispiace ti aggiungo tra la cerchia delle mie amicizie così mi tengo aggiornata con le tue ricette;)
    un abbraccio Silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...