Jen Davis e le altre

Non ci si può sentire sbagliate ad otto anni. Giulia è una bambina come tante:viso pieno, sguardo dolce e qualche chilo in più. Eppure, un giorno come tanti, decide che vuole essere come le modelle della tv, sceglie di smettere di mangiare perché pensa che i chili in più vanno subito eliminati se si vuole avere successo nella vita, se si vuole essere felici.

jen_davis.jpg

Jen è una ragazza  con la passione per la fotografia. Un giorno, come tanti, decide di raccontare attraverso le sue fotografie, cosa significa vivere da obesi.

3_untitled-no-43.jpg

Non si lascia abbattere e, come la scrittrice di un romanzo, racconta la sua storia, i suoi affetti, le sue giornate.3_untitled-no-38.jpg

Jen parla  a se stessa, a tutte quelle persone che vivono la situazione dell’obesità e del sovrappeso, perché, dietro ad un corpo ingombrante, c’è una persona che soffre e che sogna ogni giorno di essere qualcun’altro, desidera essere amata per quello che è.

.3_confrontationstcjdhaze-copy.jpg

Probabilmente ci vorrà una vita per riuscire ad amarsi, combattendo contro il desiderio di chiudersi in se stessi, in totale solitudine, lasciando il mondo fuori, quello stesso mondo che quando passeggi per strada ti guarda, commenta, ti addita.

Il messaggio di Jen è dunque questo, parafrasando Anna Oliviera, bisogna tenere duro, avere forza d’animo: la resistenza alle avversità unita alla capacità di fronteggiare gli avvenimenti e ricostruire positivamente la propria realtà, è una qualità fondamentale e complessa, che va coltivata in noi stessi, nei nostri figli, nelle nostre famiglie.3_untitled-no-16.jpg

Annunci

7 pensieri su “Jen Davis e le altre

  1. Credo che il problema dell’obesità necessiti di un angolino a parte, nel discorso complessivo. Nessuno è meno capito e accettato di un obeso, tutti pensano che sia solo colpa sua. Una colpa senza antefatti, senza passato. La colpa di un esagerato che non si vuole controllare.

    • Mi trovi d’accordo…dietro un peso eccessivo, c’è un mondo interiore fatto di paure, solitudine e traumi di vario genere. Il cibo appare un amico, qualcuno che ti fa sentire bene e appaga. In ogni caso rivela un disagio. Ecco perché anoressia, bulimia e obesità vanno attenzione ti fin da piccoli.

  2. Dada piacere di conoscerti ti auguro una piacevole esperienza nel mondo dei blogger !
    Anoressia e obesità sono la stessa faccia di un male terribile.
    Entrambe sono sintomo di un malessere interiore e di una richiesta di aiuto e certamente l’anoressia è incentivata da cattivi modelli culturali imposti soprattutto da un omologazione della cosiddetta bellezza.
    L’obesità quale che sia va curata non per evitare la ridicolizzazione generale ma per questioni di salute.
    Sherabientot 😊

  3. Gli “altri” che giudicano. Il lavoro che Jen ha fatto su se stessa, diventando un personaggio esempio di un coraggio veramente utile, lo si dovrebbe fare a questi altri che si arrogano il diritto di distruggere la vita di una persona solo per il suo peso. Purtroppo l’obesità è una malattia molto evidente e visibile mentre tra quelli che puntano il dito ci sono molte persone che non sono normopeso ma di cui nessuno si accorge. Perchè il grasso non passa inosservato perchè non lo puoi coprire mentre se sei magra oltre misura puoi nasconderti meglio. E’ vano però dire che le cose possono cambiare quando ancora non c’è nessun ambiente in cui gli obesi sono ben accetti. E’ di questi giorni un film, single ma non troppo, in cui un’attrice giovane e carina viene affiancata, e addirittura aiutata, da un’attrice obesa. Finora sì, ci sono state alcune attrici che hanno fatto film ma nessuna di loro è mai diventata davvero famosa. E anche in altri ambienti è così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...