Zafferana etnea: itinerario gastronomico. Seconda tappa

La sera del nostro arrivo, dopo essserci abbondantemente rilassati alla spa dell’albergo, decidiamo di prendere la macchina per andare al paese di Zafferana Etnea che si trova più giù rispetto al nostro albergo.  Il paese sorge a circa 600 metri  sul livello del mare e il suo territorio si estende fino alla vetta più alta del vulcano.

Bosco vicino il nostro albergo

Bosco vicino il nostro albergo

Ciò che colpisce di Zafferana è la varietà di paesaggi: boschi fitti, deserto lavico, macchia mediterranea e, all’orizzonte, il mare.

Veduta di Zafferana etnea

Veduta di Zafferana etnea

Ho sempre pensato che ogni città, ogni paese avesse un proprio odore che pervade le strade ed i vicoli. Zafferana profuma di mandorle, pizza siciliana fritta e miele.

Non appena arrivati, ci siano trovati in un brulicare continuo di gente tra la piazza  con al centro la chiesa di Santa Maria della Provvidenza e la villa belvedere con tante pagode degli artigiani locali.

L’aria è frizzantina e il caldo umido ed asfissiante di Palermo sembra un ricordo lontano. Lungo il corso principale, c’imbattiamo in una sorta di caffetteria che vende le buonissime foglie di tè, un dolce tipico del posto a base di mandorle, nocciole, farina e uovo. L’effetto è quello delle ciliegie perchè non ci si riesce a fermarsi, una foglia tira l’altra. Scopriamo che questo posto è a conduzione familiare e che, dietro la bontà delle foglie, c’è una storia d’ amore per la propria terra e   la speranza che le cose possano cambiare. Essendo siciliana, capisco quanto sacrificio ci sia dietro una scelta di questo genere.

foglie di tè

Continuiamo la nostra passeggiata e ci fermiamo in un negozio dove si vedono esclusivamente prodotti a base di miele. In effetti, Zafferana è proprio il paese del miele.

miele di castagno

miele di castagno

Ultima tappa della nostra serata è la pizzeria. Scopriamo che una delle specialità zafferanesi è la pizza fritta, una goduria per il palato. Si tratta di una sorta di calzone di pasta pizza ripieno di funghi, formaggi locali ed altri ingredienti che  viene fritta. Esistono anche delle varianti dolci. Che bontà!

Pizza fritta siciliana

Pizza fritta siciliana

Dopo una giornata così intensa, alla ricerca dei sapori del luogo, decidiamo di rientrare pregustando la tappa successiva: le gole dell’Alcantara!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...