Il cielo in una stanza

image

Ci sono uomini e donne che, con la loro vita, cercano di fare qualcosa di buono. PRovano a cambiare le sorti del mondo senza l’ausilio delle armi, di eserciti o di azioni cruente ma, semplicemente,ricercando il bello intorno a loro e condividendolo con gli altri.
È il caso dell’artista palestinese NIdaa BAdwan. Ha solo 27anni ed ha deciso di restare chiusa in una stanza di dieci metri quadrati a Gaza. Il suo, come ha spiegato durante un’intervista, è stato il tentativo estremo di riuscire a sopravvivere in una striscia di terra che sa di di morte, distruzione e disperazione.
Per mesi, soffrendo di attacchi d’ansia, ha pensato quasi ossessivamente che la soluzione a quell’inferno fosse il suicidio.
Ha deciso di trasformare così la sua stanza in un meraviglioso luogo, vestito d’incanto dove poter continuare a sognare.
image
Soltanto due anni fa, era stata fermata dalla polizia di HAmas mentre stava lavorando ad un progetto insieme a dei coetanei. Non indossava il tradizionale abito islamico ma una salopette. Il risultato è stato un pestaggio.
image

“Lentamente ho cominciato ad amare l’isolamento, Non era una malattia. Mi stava guarendo.” NIdaa ha così deciso di fotografarsi dando vita alla mostra fotografica dal titolo 100giorni di solitudine, in cui spiccano i colori della terra, la luce del giorno,la bellezza di un’anima che lotta per non cedere alla violenza.
“Tutto è bellissimo, ma solo nella mia stanza. Non a Gaza. Sono pronta a morire in questa stanza se non trovo un posto migliore.”
image

Annunci

3 pensieri su “Il cielo in una stanza

    • Quando scopro queste storie, rifletto sempre sul fatto che molte cose le diamo per scontate… Essere donna e per di più artista, in un luogo così martoriato, è un qualcosa di inconcepibile. NIdaa cerca di lottare non per qualche idea di pari opportunità, cerca di salvaguardare il suo essere persona prima di
      tutto. C’è in ballo il senso della propria vita, il volerla portare a compimento nonostante tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...