A proposito di donne: Thelma e Louise

image

Ieri sera la programmazione di mtv prevedeva, in prima serata, il film cult Thelma e Louise di cui avevo sentito parlare ma che non avevo mai visto. È trascorso circa un ventennio da quando sono state girate le scene e, nonostante il tempo trascorso, questo film lascia lo spettatore di stucco, non soltanto per la crudezza della trama quanto, piuttosto, perché ci si rende conto che, purtroppo, le donne sono ancora vittime di sopraffazione. Il mio pensiero va alle donne sfregiate dall’acido, rapite, violentate ed uccise.
Le due protagoniste, interpretate da SUsan SArandon e Gena Davis, percorrono chilometri e chilometri per raggiungere un fantomatico Messico, a bordo di una vecchia Ford Thunderbird. Una fuga terribile e disperata dalla propria vita che le ha condotte ad aver ucciso un uomo, rapinato un supermercato, fatto esplodere un camion ed in ultimo aver chiuso un poliziotto nel bagagliaio dell’auto. Dietro ogni azione compiuta dalle due donne, c’è un comportamento insano e spregevole di un uomo : Thelma rapina il supermercato perché un uomo le ha rubato seimila dollari, Louise uccide l’uomo che stava per violentare Thelma. A fronte di figure maschili terribili ed inquietanti, come il camionista, c’è la figura di un poliziotto che cerca, fino all’ultimo, di salvarle, comprendendo il dolore e le ferite delle due donne, vittime di violenze e di soprusi fisici e psicologici.
Qualche tempo fa, ci si chiedeva come fosse possibile che questo film fosse entrato così fortemente nell’immaginario collettivo, facendo delle protagoniste due eroine, che alla fine non si lasciano catturare ma preferiscono la morte, gettandosi con la loro macchina nel canyon. Forse una prima risposta potrebbe essere rintracciata nel rifiuto a tornare indietro, alla vita di prima. Nei volti delle donne non ci sono più dei NO gridati, dei pianti o delle parole inascoltate ma un unico eclatante gesto. Il secondo aspetto riguarda il viaggio, parabola di un’esistenza sconvolta ma capace comunque di regalare attimi di felicità, facendo scoprire solidarietà, empatia ed amicizia.
image

Senti Louise, non torniamo indietro». «Che vuoi dire Thelma?». «Non fermiamoci». «Che vuoi dire Thelma, non capisco?». «Coraggio… (indicando il Gran Canyon)». «Sei sicura?». «Sì».

Annunci

3 pensieri su “A proposito di donne: Thelma e Louise

  1. credo che l’impatto così forte che ha avuto sul pubblico dipenda proprio dalla forza e dalla verità dei due personaggi principali, lontani dagli stereotipi che affliggono spesso i ruoli femminili nel cinema e non solo, e per la portata della denuncia contro la prevaricazione maschile. Grandioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...